Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘media’

 

Rite of Passage

riteofpassage_img1

Il documentario Rite of Passage di Alessia Zampieri, presentato come tesi biennale all’interno del corso di Film e New Media, narra la ricerca di una donna in un lontano arcipelago alle porte del Polo Nord, in un deserto bianco immerso nell’oscurità, in un luogo sospeso nel tempo e nello spazio, tra tempeste di neve e l’incontro di insoliti viaggiatori.

 

 

Comfort Zone 

02

Un anno e una settimana fa iniziava la ricerca di Hafid a Dubai. Comfort Zone di Perla Sardella è il risultato di quella ricerca, un cortometraggio di genere ambiguo che tenta in qualche modo di mettere in ordine le impressioni di un mese passato a rincorrere uno sconosciuto. Qui il link al progetto

www.lifeofastrangerwhostolemyphone.tumblr.com

 

Per chi fosse nei paraggi qui il programma http://www.torinofilmfest.org/programma/sezione/1238/italiana-corti.html 

Annunci

Read Full Post »

Nabawood 2015

Rullo di tamburi…

Diamo il via all’undicesima edizione del Nabawood.

Solito regolamento, solite procedure, nuovi film, trovate tutto qui

Mi raccomando, vi aspettiamo numerosi

Read Full Post »

Image

Cari studenti,

la scuola di Media design e Arti Multimediali  ha deciso di proporre come strumento didattico la visione di due documentari di difficile reperibilità per l’indagine e ricerca sulle nuove narrazioni e l’archeologia dei media. Si tratta di un piccolo cineforum a cui sono invitati tutti gli studenti della scuola, ma anche aperto ad ulteriori partecipanti. La prima proiezione sarà il 15 novembre alle ore 18:00 in aula 35 edificio M.

 

THE NET di Lutz Dammbeck,  2003

115 min, v.o. senza sottotitoli

il film esplora il retroscena complesso dell’Unabomber Ted Kaczynski. Un approccio sovversivo alla storia di Internet, un documentario che combina il diario di viaggio al giornalismo investigativo.

 

Giovedì 22 novembre sempre alle ore 18:00 in aula 35 proietteremo invece

 

INTO ETERNITY di Michael Madsen , 2010

75 min, v.o. sottotitoli IT

Il film esplora la questione di preparazione di un sito destinato allo stoccaggio di rifiuti nucleari costruito come una piramide sotterranea, chiusa ed inaccessibile, in modo che non venga disturbato per 100.000 anni. La domanda del film è: come è possibile mettere in guardia i nostri discendenti dai rifiuti mortali che abbiamo lasciato? Quando la scala di riferimento si sposta dall’oggi ad un futuro lontanissimo le cose cominciano ad assumere un altro valore ed il film oltre che porre la questione dell’impatto ambientale dell’uomo sul pianeta terra, solleva anche la questione della storicità del linguaggio e delle narrazioni umane.

Read Full Post »

festival-del-cinema-indipendente

Apre il 21 novembre il Festival del cinema indipendente di Foggia che ospitera’ 3 cortometraggi di fiction realizzati nel corso della programmazione didattica della scuola di Media Design della NABA. Nella sezione “Cortissimi” concorre il 21 novembre Icaro, realizzato da Michele Molluso, un poetico ritratto dell’essere umano come fulcro dialogico e ad un tempo conflittualefra media e natura. Il 23 di novembre e’ la volta del cortometraggio di Davide Gatti, Weegee, in concorso nella sezione “Visioni in corto”, un piccolo racconto che riprende il registro del classico noir per tratteggiare il volto e l’aura di un artista cupo e gelido come il fotografo Arthur Fellig al secolo noto come Weegee. Ed ancora il 26 di novembre nella sezione “Cinema e Psiche” gareggia il cortometraggio Sofia, realizzato da Matteo Giovanelli e Mauro Baldini, un tentativo ben riuscito e delicatamente suggestivo di rappresentare la relazione fra madre e figlia in un cortocircuito sinestetico.

Read Full Post »