Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘west edges’

West edges, di Luca Di Meo

 

West edges, documentario di Luca Di Meo è stato selezionato fra i film in concorso per il festival internazionale del documentario di Collecchio.

Il film, realizzato da Luca come tesi di laurea triennale ha ormai al suo attivo diverse proiezioni internazionali, ma non era ancora stato mai proiettato in Italia, quindi grandi festeggiamenti per questa prestigiosa anteprima. Bravo luca!

 

Annunci

Read Full Post »

Ieri sera si è conclusa l’ottava edizione del festival Nabawood, ecco a voi la lista dei vincitori ed il giudizio della giuria:

per la sezione Animazione il premio va a:

 Stefano Aschieri, Perla Sardella e Samanta Faini per

L’ultimo capodanno dell’umanità

Il ritmo tiene, il contesto narrativo è chiaro. Gli elementi che vengono introdotti compiono il percorso. Narrazione semplice e concisa.

 

Per la sezione Fiction il premio va a:

Tobia Passigato per

Partitura incompiuta

Una breve storia d’autore, chiara nell’intenzione, curata negli aspetti di produzione, ritmata nella costruzione narrativa e nel montaggio, riesce a coinvolgere e catturare l’attenzione, con un finale divertente e intelligente

 

per la sezione Documentari il premio va a:

 Luca Di Meo per

West Edges

Atmosfera che incanta ma non soltanto con immagini suggestive e un abile uso della colonna sonora. Il montaggio lineare mantiene un ritmo che funziona e la scrittura continua a rivelare contesti e prospettive diverse sul tema, dal privato allo scientifico. Con pochi elementi narrativi riesce a mantenere alto il coinvolgimento dello spettatore. Interessante uso delle interviste, la parola non è pesante né ridondante. Il modo in cui le persone vengono riprese aggiunge atmosfera e colore al racconto.  La poetica del lavoro è retta da una struttura narrativa sapientemente gestita.

“Ottimo lavoro, mi è tornato in mente più volte anche il giorno dopo” a detta di uno dei giurati.

 

Per la sezione UNO il premio va a:

Matteo Giovanelli per

Fratello 69

Interessante l’idea di affrontare un documentario che non ha un protagonista umano, rinuncia alla parola ma insiste sulla partecipazione emotiva dello spettatore. Ottimo esercizio di osservazione documentaristica dalle immagini curate e suggestive. Azzeccato l’elemento drammaturgico del cambio di prospettiva, andando verso il micro, dove la malattia genera vita. Un lavoro che offre molti spunti e suggerisce diversi contesti interpretativi, dalla scienza alla religione, rimanendo però nella pura narrazione.

Read Full Post »

Immagine

Luca Di Meo colpisce ancora! West Edges è stato selezionato all’Ethnographic Film Festival di Atene, il festival indaga le tendenze dell’antropologia contemporanea attraveso i dispositivi narrativi audiovisivi. Complimenti Luca!!!!
http://westedges.wordpress.com/

Read Full Post »

Il documentario West edges realizzato da Luca Di Meo per il conseguimento del diploma accademico triennale della scuola di Media design della NABA e’ stato selezionato al festival internazionale di Reykjavík, Shortsdocs.

In un viaggio che rappresenta al contempo la ricerca di un confine, di una terra lontana, l’Islanda, West edges ci guida attraverso storie popolari, racconti soprannaturali, scenari in cui folletti e fantasmi sembrano essere parte del quotidiano, alla scoperta del confine tra mito e reale. (altro…)

Read Full Post »